Prossimi webinar

Mercoledì con Carolyn Christov-Bakargiev

Mercoledì con Carolyn Christov-Bakargiev

Mercoledì 27 Gennaio 16:30 -17:30
Il paesaggio rivelato

Il paesaggio rivelato

Martedì 2 Febbraio 13:30 -15:00
Mercoledì con Silvano Petrosino e Vanna Pescatori

Mercoledì con Silvano Petrosino e Vanna Pescatori

Mercoledì 3 Febbraio 18:00 -19:00
Co-progettazione di politiche pubbliche

Co-progettazione di politiche pubbliche

Martedì 9 Febbraio 13:30 -15:30
Programmazione comunitaria

Programmazione comunitaria

Giovedì 11 Febbraio 11:00 -13:00
L'arte nello spazio pubblico

L'arte nello spazio pubblico

Martedì 16 Febbraio 13:30 -15:30
La scuola che vorremmo

La scuola che vorremmo

Lunedì 22 Febbraio 16:30 - Mercoledì 24 Febbraio 18:00

News

velocidad
CONTRIBUTI DELIBERATI
Pubblicato l'elenco dei contributi deliberati nell'ambito del bando VelociDaD. L'iniziativa mette a disposizione 120 mila euro a sostegno di 44 plessi scolastici che potranno raddoppiare la propria connettività, facilitando l'attività didattica a oltre 9mila docenti e studenti.

Vai alla pagina

Sessione eventi
SESSIONE EVENTI
Sono disponibili i moduli online per partecipare alla Sessione eventi primavera estate. Il termine per presentare la richiesta di contributo a sostegno di progetti in campo sportivo, culturale, educativo, sociale e di sviluppo locale scade il 29 gennaio 2021.

Vai alla pagina

Risorseuropa
BANDI APERTI
È aperto il bando accompagnamento ai percorsi di progettazione europea 2020-2021. Il bando ha l'obiettivo di selezionare 5 enti per accedere a un livello avanzato di formazione dei laboratori di RisorsEuropa. Scade il 31 gennaio

Vai alla pagina

SMART E GREEN
BANDI APERTI
É on-line il bando Smart e Green Economy che con un budget di 577 mila euro supporta la pubblica amministrazione della provincia di Cuneo per aumentare il grado di indipendenza energetica attraverso 3 linee di intervento. Scadenza 20 febbraio 2021.

Vai alla pagina

LABORATORI BAMBINI
LABORATORI ONLINE
Proseguono anche nel 2021 le attività per bambini e ragazzi in diretta online, organizzate intorno alla mostra “E luce fu". Terzo appuntamento sabato 6 febbraio, alle ore 16, con il laboratorio “Uno, cento, mille riflessi”.

Vai alla pagina

SESSIONE GENERALE
SESSIONE GENERALE
Sono disponibili i moduli online per partecipare alla Sessione Generale. Il termine per presentare la richiesta di contributo a sostegno di progetti in campo sportivo, educativo, culturale, sociale e di sviluppo locale scade il 26 febbraio 2021.

Vai alla pagina

CROWDFUNDING
PROGETTI APERTI
È aperto il "Crowdfunding 2020: nuove risorse per dare fiducia al Terzo Settore". Con questa iniziativa vogliamo attivare la comunità per aiutare 10 realtà a realizzare il proprio sogno. Scopri i progetti e fai la tua donazione entro il 4 febbraio!

Vai alla pagina

FRIGORIFERO
NUOVI SPAZI
Selezionato il progetto di rigenerazione dell'Ex Frigorifero Militare di Cuneo: una cordata di architetti di Firenze e Messina disegnerà il nuovo volto del futuro polo culturale nel cuore del centro storico.

Vai alla pagina

Accedi al nuovo ROL

Per presentare nuove richieste e rendicontare contributi deliberati

Vai all'area ROL

Scarica la guida alla rendicontazione

La guida descrive le principali operazioni per rendicontare un contributo

Scarica il PDF

Norme per l'utilizzo del logo

Quando e come utilizzare
il logo della Fondazione CRC

Vai alla pagina

Un bicchiere di latte per diagnosticare l'IBR

Sono stati presentati pubblicamente gli esiti del progetto di ricerca Sorveglianza sanitaria per IBR  applicabile su pool di latte/siero”, sostenuto dalla Fondazione CRC nell’ambito del Bando Ricerca Scientifica 2014


L’ IBR (rinotracheite infettiva bovina) è una malattia virale e contagiosa del bovino, cha causa notevoli perdite economiche nel comparto zootecnico sia da latte sia da carne. La diagnosi dell’IBR  si basa su un test di laboratorio che prevede l’utilizzo di sangue individuale, prelevato da ciascun animale, determinando un enorme investimento in termini logistici ed economici. Il progetto ha testato sul campo un nuovo metodo di laboratorio alternativo, arrivando a stabilire che il controllo della malattia nei bovini da latte potrebbe basarsi sull’utilizzo del latte di massa, cioè un campione rappresentativo dell'intero latte ottenuto in una azienda, con conseguente risparmio di risorse. 

Il nuovo protocollo consente di diagnosticare l’IBR contemporaneamente in 40 animali, partendo da un singolo campione di latte di massa. Da quando la fase di sviluppo del protocollo diagnostico si è conclusa e si è entrati nell’applicazione di routine, l’analisi su 3mila campioni di latte ha sostituito l’analisi su oltre 90mila campioni di sangue.

L’iniziativa è stata realizzata attraverso l’azione integrata di Associazione Regionale Allevatori Piemonte (ARAP), Azienda Sanitaria Locale Cuneo 1 (ASLCN1), Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta e Università degli Studi di Torino - Dipartimento di Scienze Veterinarie. Coordinata dal professor Sergio Rosati (Università) con il dottor Roberto Facelli per l'ARAP, il dott. Andreino Ponzo per ASL CN1 e la dottoressa Elena Careddu per conto dello Zooprofilattico sezione di Cuneo.

"Una piccola parte del latte campionato per i controlli funzionali - spiega il dottor Facelli - è servita per allestire pool di latte successivamente testati per IBR con nuovi metodi di analisi sviluppati dal Dipartimento di Scienze Veterinarie. I risultati ottenuti sono stati confrontati con le analisi ufficiali ed illustrati in varie sedi scientifiche nazionali ed estere suscitando grande interesse".
“Oggi il metodo sul latte di massa utilizzato nel progetto di ricerca è diventato ufficiale – conclude Sergio Rosati, Professore Ordinario presso il Dipartimento di Scienze Veterinarie - e le autorità sanitarie regionali lo hanno adottato su tutto il territorio piemontese. Un grande risultato nato dalla sinergia tra allevatori, enti pubblici e privati”.

La giornata si è conclusa con la consegna agli allevatori che hanno partecipato alla sperimentazione degli attestati di riconoscimento per l’adesione offerta. (Sfoglia la gallery)

consegna attestati

“Questo progetto, che ha visto una partecipazione attiva di professionisti e aziende permettendo di individuare nuove strade da percorrere nella fase di diagnosi dell’IBR, è un’iniziativa che testimonia l’importanza di creare una rete tra gli enti di ricerca e il territorio per individuare soluzioni che possano avere una ricaduta importante e diretta sul tessuto economico locale” commenta Michelangelo Pellegrino, Consigliere di Amministrazione della Fondazione CRC, intervenuto alla presentazione.

 

Gli spazi di Fondazione CRC per la comunità

 

Vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative?

Biblioteca

Risorse
Quaderni

Spazio Incontri

Presentazione
Form