Progetto mostre

PROGETTO MOSTRE

Progetto
Aperto

A partire dal 2017, in occasione dei festeggiamenti per i 25 anni della Fondazione, abbiamo dato il via al Progetto Mostre con l’ambizione di far nascere nuovi poli della cultura in provincia di Cuneo, avvicinare i cittadini all’arte e attrarre un numero crescente di visitatori. Abbiamo lavorato in collaborazione con istituzioni accreditate a livello nazionale e internazionale,  amministrazioni locali, imprese del territorio e rafforzato il sostegno agli istituti della cultura per costruire una proposta di eventi artistici composita e fortemente attrattiva. Attraverso un calendario di eventi collaterali, abbiamo diversificato le opportunità di fruizione delle mostre, proponendo appuntamenti “tradizionali” come visite guidate, laboratori e concerti, ma anche sperimentando nuove esperienze come la meditazione in mostra o visite guidate olfattive.

Questa condivisione di energie e risorse ci ha permesso di coinvolgere oltre 110.000 visitatori nazionali e stranieri, generando significative ricadute economiche sul territorio.

Le mostre realizzate:

mostre

→ CUNEO
IO NON AMO LA NATURA Pop art italiana dalle collezioni della Gam Torino
27 maggio – 22 ottobre 2017
Complesso Monumentale di San Francesco
La mostra promossa in occasione dei nostri 25 anni, insieme alla GAM - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino e Fondazione Torino Musei – ha proposto un excursus intorno alla Pop Art italiana, attraverso una selezione di cinquanta opere tra dipinti, sculture e video, tutte provenienti dalla GAM. L’esposizione a cura di Riccardo Passoni – vicedirettore della GAM Torino - nasce dalla volontà di riflettere sulla vicenda storica della Pop Art in Italia, alla luce della recente rinnovata attenzione da parte della critica.

PIET MONDRIAN UNIVERSALE
21 ottobre 2017 – 01 aprile 2018
Spazio Innov@zione
La prima mostra con cui abbiamo aperto il nostro Spazio Innov@zione. La mostra Piet Mondrian Universale ha fatto conoscere l'artista attraverso i suoi occhi, con evocazioni di luoghi lontani nello spazio e nel tempo, invitando lo spettatore a entrare virtualmente nello suo studio parigino ci ha fatto scoprire le città in cui ha vissuto, la sua passione per la musica, la sua incessante necessità di andare oltre apparenza reale, alla ricerca dell’universale. Il progetto, realizzato con la regia e la direzione artistica di Alessandro Marrazzo e la consulenza scientifica di Ilaria Porotto e Andrea Lerda, si colloca tra le iniziative culturali realizzate per festeggiare i 25 anni dalla nostra nascita.

NOI CONTINUIAMO L’EVOLUZIONE DELL’ARTE Arte informale dalle collezioni della Gam Torino
24 ottobre 2018 – 20 gennaio 2019
Complesso Monumentale di San Francesco  
Una mostra collettiva dedicata all’arte italiana degli anni Cinquanta. La mostra, a cura di Riccardo Passoni, nasce dalla volontà di tracciare una ricerca organica su una serie di esperienze artistiche manifestatesi negli anni Cinquanta e riconducibili alla corrente conosciuta come arte informale. L'esposizione ha presentato una selezione di sessanta opere provenienti dalla collezione della GAM, di pittori e scultori italiani attivi nel secondo dopoguerra: da Alberto Burri a Lucio Fontana, da Carla Accardi a Giuseppe Capogrossi, passando per il Gruppo degli Otto (Afro, Birolli, Corpora, Moreni, Morlotti, Santomaso, Turcato e Vedova).

MICHELE PELLEGRINO Una parabola fotografica
20 luglio – 7 ottobre 2018
Complesso Monumentale di San Francesco
L’esposizione, a cura di Enzo Biffi Gentili, è un'antologica dedicata al fotografo cuneese che ha ripercorso i suoi 50 anni di carriera, attraverso 75 scatti e 19 sezioni tematiche. La mostra è stata realizzata grazie alla donazione dell’intero archivio fotografico da parte di Michele Pellegrino alla nostra Fondazione che, con il progetto "Donare - Rilanciare la cultura del dono in provincia di Cuneo", si propone di rafforzare lo spirito di condivisione nella comunità della provincia di Cuneo custodendo e valorizzando i tesori che vengono donati. 

BOB KENNEDY. THE DREAM
09 maggio 2018 – 13 gennaio 2019
Spazio Innov@zione
Una mostra immersiva e interattiva per scoprire la storia di uno dei grandi protagonisti del Novecento. Un viaggio nel tempo, che ci riporta negli Stati Uniti degli anni 50 e 60, attraverso l'innovativa tecnologia Lighting touch, che trasforma le pareti in grandi touch screen, offrendo al visitatore un'esperienza di visita interattiva e immersiva davvero unica.

GIUSEPPE PENONE Incidenze del vuoto
11 ottobre 2019 – 2 febbraio 2020
Complesso Monumentale di San Francesco
In collaborazione con il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, abbiamo realizzato la mostra “Incidenze del Vuoto” con alcune grandi opere scultoree e disegni dell’artista Giuseppe Penone, originario di Garessio e uno dei massimi esponenti del movimento Arte povera emerso alla fine degli anni Sessanta del XX secolo. Concepita come un progetto espositivo tra le due istituzioni, la mostra è stata allestita nel Complesso Monumentale di San Francesco a Cuneo e nel giardino del Castello di Rivoli e ha rappresentato una riflessione sulla dualità tra vuoto e pieno come parti costitutive e materiali del lavoro artistico di Giuseppe Penone, attraverso una precisa selezione di opere che mettono in relazione le due sedi con giustapposizioni e rimandi.

DESTINAZIONE LUNA Il futuro è adesso
11 maggio – 19 gennaio 2020
Spazio Innov@zione
Una immersive interactive experience, curata da Alessandro Marrazzo e allestita presso lo Spazio Innov@zione in occasione dei 50 anni dallo sbarco sulla Luna. Una mostra innovativa dove passato, presente e futuro dialogano e si fondono in uno stile nuovo e affascinante. Attraverso un’eccezionale suggestione ispirata agli oblò della Stazione Spaziale Internazionale i visitatori sono stati proiettati nella suggestiva atmosfera della conquista dello spazio. 
→ ALBA
ENZO CUCCHI Dalle collezioni del Castello di Rivoli
Museo d’Arte Contemporanea
9 ottobre – 3 dicembre 2017
Chiesa di San Giuseppe
L'evento espositivo realizzato in collaborazione con il Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea ha portato ad Alba due importanti opere dell’artista Enzo Cucchi: “Coraggio” (Courage, 1998-99) e “Piogge Sante” (Holy Rains, 1987). L'esposizione costituisce una felice occasione di dialogo tra presente e passato. Il palinsesto architettonico che compone la Chiesa di San Giuseppe, eretta sulle fondamenta di una casa privata, costruita a sua volta su persistenze romane (la cavea di un teatro) e medievali richiama la complessità e la ricchezza di riferimenti iconografici della ricerca di Enzo Cucchi, uno dei protagonisti del movimento artistico italiano della Transavanguardia, mentre la tradizione barocca della chiesa dialoga con la manipolazione spazio-temporale delle tele dell’artista. 

EMILIO VEDOVA Dalle collezioni del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea
7 ottobre – 2 dicembre 2018
Chiesa di San Giuseppe
Una esposizione dedicata a Emilio Vedova realizzata insieme al Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea. Protagonista dell’esposizione è il dipinto Da dove… (1984-1), realizzato tra il 1983 e il 1984 dal celebre pittore Emilio Vedova (Venezia, 1919-2006). L’artista è stato tra le figure più influenti del panorama artistico italiano del secondo dopoguerra, promotore di un forte rinnovamento culturale e politico ed esponente primario della corrente pittorica informale.

PER UN RINNOVAMENTO IMMAGINISTA DEL MONDO
22 settembre 2019 – 10 novembre 2019
Chiesa di San Domenico
La Fondazione CRC, proseguendo la collaborazione con il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, ha presentato nella Chiesa di San Domenico di Alba lavori dalle collezioni della Fondazione CRC e del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, insieme a materiali d’archivio selezionati e provenienti dall’archivio Gallizio di Torino. La mostra ha riflettuto sulle relazioni tra la produzione artistica di Giuseppe Pellizza da Volpedo, Pinot Gallizio e Mario Merz e si è tenuta dal 22 settembre al 10 novembre 2019 e ha visto la partecipazione di oltre 22.400 visitatori. In occasione della mostra si è tenuto anche il Congresso di Alba, una rievocazione poetica del primo Congresso mondiale degli artisti liberi che si svolse ad Alba dal 2 all’8 settembre 1956, anticipando di un anno la fondazione dell’Internazionale Situazionista. Il Congresso Internazionale si è svolto il 21 e il 22 settembre 2019 nella sala consiliare del Comune di Alba, nella Sala Beppe Fenoglio e nella scuola Enologica di Alba e poi si è sviluppato nelle strade e nei vicoli della città.

LEONARDO DA VINCI. THE GENIUS
16 novembre – 5 dicembre 2019
Chiesa di San Domenico
Il celebre autoritratto attributo al più grande artista di tutti i tempi, Leonardo da Vinci, protagonista di un’esclusiva mostra promossa da CRC Innova con il contributo di Fondazione CRC e allestita all’interno della Chiesa di San Domenico. La mostra è stata aperta al pubblico dal 18 novembre al 5 dicembre 2019 e ha visto la partecipazione di oltre 3.330 visitatori.

→ MONDOVÌ
IL CASO MANET Indagini sul Signor Arnaud a cavallo
27 ottobre – 17 dicembre 2017
Museo della Ceramica di Mondovì
La mostra presenta in anteprima assoluta il dipinto "Il Signor Arnaud a cavallo" di Edouard Manet (1832- 1883), a seguito del progetto di studio realizzato dal Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale". Il Caso Manet offre una nuova chiave di lettura dell’opera dell’artista, aprendo prospettive inedite di indagine, grazie all’incrocio tra le testimonianze storiche, l’esame ravvicinato della tecnica esecutiva e le analisi scientifiche condotte con differenti tecniche e strumentazioni. Il percorso espositivo accompagna il visitatore attraverso una serie di pannelli esplicativi che raccontano la storia dell’opera e le diverse fasi della ricerca. Abbiamo sostenuto, insieme alla Fondazione Magnetto, il lavoro di ricerca documentaria e indagine diagnostica sull'opera, realizzato presso il Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale".

KANDINSKIJ L’ARMONIA PRESERVATA Dietro le quinte del restauro
16 novembre 2018 – 3 febbraio 2019
Museo della Ceramica di Mondovì

LE QUATTRO STAGIONI DELLA PINACOTECA BONGIOANNI
8 dicembre 2018 – 10 febbraio 2019
Antico palazzo di città
Oltre duecento anni di storia dell'arte racchiusi in tre sale dell'Antico Palazzo di Città di Mondovì. Il progetto espositivo nasce dalla donazione alla Fondazione della Pinacoteca di Edmondo Bongioanni che, con questo dono, ha voluto aprire le porte alla città e a tutti gli appassionati della sua collezione di opere d'arte raccolta nell'arco di tre generazioni. La mostra è stata realizzata a cura di Cinzia Tesio.

LE TRAME DI RAFFAELLO Il restauro dell’arazzo Madonna del Divino Amore di Loreto
15 novembre 2019 – 15 marzo 2020
Museo della Ceramica di Mondovì
Il progetto espositivo nasce dalla collaborazione tra la Fondazione CRC, il Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” e il Museo Pontificio di Loreto. Protagonista dell’esposizione, allestita nel Museo della Ceramica di Mondovì, è l’arazzo “Madonna del Divino Amore” realizzato a inizio Cinquecento dalla raffinata manifattura di Bruxelles su cartone derivante da un’opera di Raffaello Sanzio e in seguito accuratamente restaurato dal Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale. La mostra, aperta dal 15 novembre 2019 al 15 marzo 2020, ha consentito un’immersione e una visione ravvicinata del manufatto oltre allo svolgimento di un ricco programma di laboratori didattici per le scuole a cura del Museo della Ceramica

cultura da vivere2

I numeri del progetto: 
1,1 milioni di euro deliberati
15 mostre realizzate
6 luoghi espositivi
1.200 giornate di apertura
 150 iniziative collaterali
110.000 visitatori
5 cataloghi pubblicati

7 istituzioni culturali extra- provinciali partner
4 istituzioni provinciali partner
4 co-finanziatori fra le più prestigiose realtà imprenditoriali del territorio
10.200 studenti coinvolti nei laboratori didattici e nelle visite guidate

 

Stampa

Vuoi essere sempre aggiornato sulle iniziative della Fondazione CRC?
Iscriviti alla newsletter


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione
* Letta la Privacy Policy 
Manifesta il proprio consenso al trattamento dei dati personali per l’invio di newsletter e comunicazioni aventi ad oggetto messaggi informativi concernenti iniziative o progetti propri della Fondazione CRC attraverso l’inserimento su piattaforma apposita?

Biblioteca

Risorse
Quaderni

Spazio Incontri

Presentazione
Form