La Fondazione CRC vi invita a Palazzo!

Sabato 2 ottobre la Fondazione apre le porte della sua sede, lo storico Palazzo Vitale - a Cuneo in via Roma 17 - e offre al pubblico la possibilità di visitarne gli spazi e scoprire alcune opere della propria collezione.

L’appuntamento è organizzato in occasione della ventesima edizione di “Invito a Palazzo”, manifestazione annuale promossa dall’ABI (Associazione bancaria Italiana) con la collaborazione dell’ACRI (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa) che prevede l’apertura con visite guidate e gratuite delle sedi storiche degli enti coinvolti in tutta Italia.

ORARI

Le visite a Palazzo Vitale sono organizzate su tre turni, con partenza alle ore 10,30, alle 14,30 e alle 16,30 dall’ingresso di Via Roma 17 e si svolgono nel rispetto delle misure anti Covid pertanto per partecipare sarà necessario essere in possesso del green pass; la prenotazione è obbligatoriaper ogni turno sono previsti 10 partecipanti

ISCRIVITI ALL'EVENTO

Con “Invito a Palazzo”, ogni primo sabato di ottobre i palazzi delle Fondazioni di origine bancaria e delle Banche di tutta Italia si aprono al pubblico e si trasformano da luoghi di lavoro in spazi museali da visitare e apprezzare per le loro caratteristiche architettoniche e per le opere d’arte che vi sono custodite. Il percorso guidato all’interno del Palazzo permetterà di scoprire le opere, appartenenti alla collezione della Fondazione CRC, di artisti del calibro di Valerio Berruti, Ego Bianchi, Pinot Gallizio,  Sebastiano Taricco, Agostino Bosia, Francesco Messina, Cesare Maggi, Claudio Berlia, Alessandro Lupo, Marco Lattese Sergio Unia. Tra le opere esposte visitabili vi sono anche le acquisizioni più recenti, lavori di artisti contemporanei tra cui Elisa Sighicelli, Ludovica Carbotta, Sol Calero, Adriana Minoliti, Lin May Saeed,Alice Visentin, Anna Boghiguian, Patrizio Di Massimo ed Elena Mazzi.

Palazzo Vitale, sede di Fondazione CRC, è uno dei maggiori esempi dell’architettura nobiliare del Settecento cuneese ed è frutto della fusione nel corso dei decenni di più unità edilizie di impianto medievale. Il primo passo verso l’accorpamento fu intrapreso alla fine del Seicento e si concluse nel 1710, quando la famiglia Vitale arrivò all’allestimento di una sontuosa dimora imperniata sul cortile centrale e sullo scalone d’onore tuttora percorribile e accesso agli uffici della Fondazione CRC.

GUARDA IL VIDEO

Vuoi essere sempre aggiornato sulle iniziative della Fondazione CRC?
Iscriviti alla newsletter


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione
* Letta la Privacy Policy 
Manifesta il proprio consenso al trattamento dei dati personali per l’invio di newsletter e comunicazioni aventi ad oggetto messaggi informativi concernenti iniziative o progetti propri della Fondazione CRC attraverso l’inserimento su piattaforma apposita?

Biblioteca

Risorse
Quaderni

Spazio Incontri

Presentazione
Form