UN PATTO CON IL TERRITORIO (2011-2016)

Nel suo agire, la Fondazione rispetta gli orientamenti e le indicazioni contenute nei documenti programmatici, approvati dal Consiglio Generale. Il nuovo Consiglio di Amministrazione nominato ad aprile 2011 ha presentato un rinnovato “Patto con il territorio”, che rappresenta la traccia per il nuovo mandato, facendo perno su “una visione strategica di lungo periodo” che chiama “tutti gli attori interessati a contribuire a una ‘governance’ condivisa della nostra comunità, i cui interessi generali dovranno orientare quelli di molte realtà settoriali”, con la Fondazione impegnata “sulla strada dell’innovazione sociale, educativa e culturale e nel sostegno allo sviluppo del territorio”.

Tra le priorità indicate nel programma di mandato “Un  Patto con il territorio” una rivisitazione del welfare locale nel rispetto del principio di sussidiarietà, con l’obiettivo di rafforzare la coesione sociale del territorio migliorando il meccanismo delle erogazioni verso terzi e rafforzando una dimensione pro-attiva della Fondazione attraverso bandi e progetti propri. Strumenti che andranno definiti in dialogo con il territorio, mirando ad “avviare nuove linee di intervento e confronti con le attività più innovative di altre Fondazioni, italiane e internazionali … inserendo la strategia della Fondazione in un orizzonte europeo”.

icon Un Patto con il territorio (913.52 kB)

 

 

 

INNOVARE COMPETERE COOPERARE (2006-2011)

Le strategie della Fondazione sono indicate nelle Linee Programmatiche 2006-2011 “Innovare, competere, cooperare”, approvate dal Consiglio Generale nella seduta del 21 aprile 2006 all’atto della nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione.
Le Linee Programmatiche, ripercorrendo la storia della Fondazione dalla sua nascita e i rapporti con le banche conferitarie, delinea le strategie per il quinquennio 2006-2011, ispirando l’azione della Fondazione a tre parole chiave:

  • Innovare nell’azione della Fondazione attraverso il metodo di lavoro, la strategia, la capacità di elaborare progetti
  • Competere virtuosamente con i soggetti responsabili del territorio, perché ognuno interpreti al meglio il proprio ruolo. Una competizione virtuosa, sviluppata in spirito di emulazione per far sì che questa nostra terra ottenga la giusta attenzione per guardare con ottimismo al futuro.
  • Cooperare con le istituzioni, le forze economiche, le forze sociali, l’associazionismo, il volontariato, per vincere le sfide che il tempo presente ci propone e contribuire alla crescita della nostra comunità provinciale, con un occhio di riguardo per il futuro dei nostri ragazzi e dei nostri giovani.

Ispirata a criteri di trasparenza ed efficienza, e senza dimenticare il forte legame con il passato e la tradizione, le Linee Programmatiche introducono l’evoluzione dal modello esclusivamente erogativo ad un modello operativo, che durante il quinquennio la Fondazione ha sviluppato arrivando a progettualità proprie anche attraverso l’implementazione della struttura organizzativa interna.

icon Linee di indirizzo 2006-2011 (128.67 kB)