LogoBAV big

Il Bando valorizzazione perseguirà gli obiettivi di incrementare la fruizione culturale e turistica di un dato territorio; aumentare la consapevolezza nei cittadini delle proprie risorse culturali e del potenziale economico che posso rivestire; individuare delle priorità sugli interventi strutturali di restauro e recupero. Saranno ammessi alla partecipazione enti pubblici, associazioni di comuni o raggruppamenti di comuni non formalizzati; enti ecclesiastici; fondazioni, associazioni, aziende e organizzazioni, senza fini di lucro; istituti scolastici.

Il bando è strutturato su due sezioni principali: 
- SEZIONE 1 – BENI IN RETE, dedicata a progetti di valorizzazione di beni culturali in rete
- SEZIONE 2 – GIACIMENTI CULTURALI, dedicata alla valorizzazione di beni puntuali, singoli o collettivi con più di 70 anni e di elevato valore culturale.

Ogni iniziativa selezionata sarà sostenuta per un minimo di 3 anni, con un contributo di 90.000 € complessivi per la sezione 1 e 60.000 € complessivi per la sezione 2.

Modulo per la richiesta di contributo:
- SEZIONE 1 – BENI IN RETE > CLICCA QUI
- SEZIONE 2 – GIACIMENTI CULTURALI > CLICCA QUI

Scarica il testo del icon Bando Valorizzazione 2014 (323.75 kB)
icon FAQ 2014 (25.28 kB)
icon Fac simile moduli e linee guida_sezione 1 (206.1 kB)
icon Fac simile moduli e linee guida_sezione 2 (203.7 kB)

I moduli per la partecipazione al Bando saranno a breve disponibili.

La scadenza per la presentazione delle domande online sarà il 14 marzo 2014.

 


EDIZIONE 2013

Scarica il testo del bando (116.23 kB)

DELIBERA DEI CONTRIBUTI:
- SEZIONE 1 – BENI IN RETE > contributi deliberati (56.57 kB)
- SEZIONE 2 – GIACIMENTI CULTURALI > contributi deliberati (52.22 kB)

 

DOMANDE FREQUENTI

Gli Istituti scolastici sono enti ammissibili alla presentazione di un progetto?
Gli istituti scolastici sono enti ammissibili. Per maggiori informazioni sui soggetti ammissibili alla partecipazione al bando, è possibile consultare la pagina del nostro sito: http://www.fondazionecrc.it/index.php/20-per-chiederci-un-contributo, nella sezione “Chi può presentare una richiesta”.

Il budget del progetto dovrà essere relativo alla prima annualità oppure fare riferimento ai tre anni di attività?
Il budget dell’iniziativa dovrà far riferimento a un progetto complessivo triennale, con un cofinanziamento minimo, sul triennio, rispettivamente di 18.000 € per la sezione 1 e di 12.000 € per la sezione 2.

Quali documenti sono da considerarsi comprovanti dei cofinanziamenti al progetto?
Il soggetto richiedente deve allegare documenti che comprovino il cofinanziamento certo (per esempio, lettere di impegno da parte del soggetto cofinanziatore).
Nel caso di enti locali, è sufficiente che il Comune si impegni, attraverso una delibera della giunta comunale, a garantire il cofinanziamento solo nel caso in cui il progetto fosse selezionato. Una volta assicurato il contributo da parte della fondazione CRC, i Comuni vincitori dovranno deliberare formalmente il cofinanziamento.

Il contributo eventuale viene deliberato a favore del soggetto capofila o quota parte agli enti costituenti la rete?
Il contributo sarà deliberato a favore dell’Ente capofila. E’ tuttavia ammissibile che, previa motivata richiesta alla Fondazione CRC, sia possibile deliberare una parte del contributo direttamente ad alcuni di soggetti costituenti la rete.

Un ente può partecipare ad entrambe le sezioni?
Un ente può partecipare ad un solo progetto relativo alla sezione 1 come ente capofila. Può però partecipare come parte del raggruppamento in un altro progetto di messa in rete, solo se relativamente ad un bene diverso. Inoltre è ammissibile che l’ente partecipi sia alla sezione 1 che alla sezione 2, purchè con progetti diversi.

Il bando prevede anche l’inserimento in rete di beni etno antropologici?
Sì, il progetto di valorizzazione può comprendere una rete di beni facenti parte del patrimonio culturale, inteso come da art. 2 del D.Lgs. 42 del 22 gennaio 2004, cd. “Codice dei beni culturali” (http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1240240310779_codice2008.pdf )

In quale modo deve essere formalizzata la rete di soggetti per la sezione 1del bando?
E’ necessario sottoscrivere una lettera di impegno alla realizzazione delle attività incluse nella candidatura, firmata da tutti gli enti partecipanti alla rete (vedi anche punto 1. Enti ammissibili, del testo del bando). Non è necessario che questo accordo abbia una forma giuridica riconosciuta, può essere redatto in carta semplice. L’accordo deve poi essere scansionato e allegato alla richiesta di contributo (cfr. modulo di richiesta di contributo BANDO VALORIZZAZIONE, allegato n. 6)

E’ possibile inserire come cofinanziamento un progetto europeo per il quale si è candidati o per il quale si è ottenuto un contributo?
Sì, è possibile.

Il cofinanziamento al progetto dovrà essere garantito già in fase di richiesta?
In fase di candidatura occorre dimostrare l’impegno formale del richiedente o di altri soggetti finanziatori a cofinanziare il progetto, per tutti e 3 gli anni di durata, in caso di ottenimento del contributo della Fondazione CRC. Il cofinanziamento dovrà essere confermato e supportato da documentazione comprovante lo stesso nel caso di selezione del progetto da parte della Fondazione CRC.

E’ possibile inserire nel budget manifestazioni artistiche e rievocazioni storiche?
Sì, è possibile inserire nel budget complessivo eventi di promozione dei beni, finalizzati alla valorizzazione del percorso o del giacimento culturale (vedere anche il bando, punti 5. e 14. Spese ammissibili).

Il titolo della domanda relativa ad interventi strutturali della sezione 1, da presentarsi obbligatoriamente nella sessione generale 2013, dovrà riportare delle indicazioni particolari?
Non necessariamente. Per agevolare il lavoro in fase di istruttoria, può essere indicato nel titolo del progetto il nome del bene, seguito dal nome del progetto di valorizzazione. Diversamente, la domanda è comunque ammissibile.

E’ possibile inserire nel budget della sezione 2, giacimenti culturali, spese relative ad allestimenti di sale espositive e di attrezzature inerenti la valorizzazione del giacimento?
Sono ammissibili spese relative alla valorizzazione del bene comprese eventuali spese di allestimento e attrezzature finalizzate all’esposizione.

Sono ammissibili spese di approfondimento e studio per la sezione 2, giacimenti culturali?
Si, sono ammissibili (vedere anche il bando, punti 14. Spese ammissibili).

Il budget presentato dovrà essere inerente solo alla prima annualità o all’intero progetto?
Il budget presentato dovrà essere inerente all’intero progetto. Non è previsto un tetto massimo per il budget complessivo del progetto, mentre il contributo della Fondazione CRC sarà di 90.000 € sul triennio per la sezione 1 e di 60.000 € sul triennio per la sezione 2.